La musica popolare slovacca. Anička, dušička

Video

La musica è da sempre uno dei mezzi più efficaci e piacevoli per imparare una lingua ed esplorare una cultura. Questo è ancora più vero per le canzoni popolari, che permettono di immergersi nella storia e nelle tradizioni del popolo che le canta.

In Slovacchia la musica popolare è ancora molto viva e sono ancora molti i festival in cui è possibile ascoltare canzoni e ballare danze popolari.

Gli strumenti musicali utilizzati nelle musica folklorica slovacca sono l’armonica, il violino, il cimbal (uno strumento a corde di grandi dimensioni che la fedele wikipedia dice chiamarsi in italiano cimbalom o cembalo ungherese) e la fujara (uno strumento a fiato in legno).

Foto: romove.radio.cz

Il cimbal (Foto: romove.radio.cz)

Foto: eunewsletter.am

La fujara (Foto: eunewsletter.am)

Una delle canzoni più popolari della musica folklorica slovacca è Anička, dušička.

Ecco il testo in slovacco:

Anička, dušička, kde si bola. Keď si si čižmičky zarosila      

Bola som v hájičku, žala som trávičku, duša moja, duša moja

A ja som po tri dni trávu kosil. Ja som si čižmičky nezarosil

A ja som hrabala, teba som čakala, duša moja, duša moja

In italiano sarebbe più o meno così:

Anička, tesoro, dove sei stata. Dov’è che ti sei bagnata gli stivali

Sono stata nel bosco, ho tagliato l’erba, tesoro mio, tesoro mio

Anche io dopo tre giorni ho falciato l’erba. Io non mi sono bagnato gli stivali

E io ho rastrellato, ti ho aspettato, tesoro mio, tesoro mio

Annunci

E’ la cultura che influenza la lingua o viceversa?

Fonte: ww2.raccontidifata.com

Fonte: ww2.raccontidifata.com

Recentemente ho preso parte ad un progetto di sottotitolaggio verso lo slovacco di un film d’animazione francese per bambini. Tra i protagonisti principali di questo film ci sono Monsieur le Soleil – il sole, raffigurato con i baffi e Mademoiselle la Lune – la luna, con una voce femminile, nel ruolo di amanti che si rincorrono costantemente. Nella cultura francese, così come in quella italiana, il sole è “uomo”, simbolo di forza ed energia, mentre la luna è “donna”, simbolo di sensualità ed eleganza.

Nella traduzione dei sottotitoli era fondamentale trasmettere il genere dei protagonisti, peccato che però in slovacco il sole sia slnko, di genere neutro, mentre la luna sia mesiac, di genere maschile. Una sfida di traduzione non indifferente!

Al di là della strategia traduttiva messa in campo in questo caso specifico, la cosa più interessante per me è che questo esempio è legato all’eterno e  affascinante dibattito sul rapporto fra lingua e cultura. Chi viene prima? Per i francesi e gli italiani il sole è percepito al maschile perché è grammaticalmente di genere maschile? Oppure è grammaticalmente di genere maschile in quanto percepito come “uomo”?

Ovviamente l’obiettivo di questo breve post non è di dare una risposta esaustiva a questa domanda, che ha fatto interrogare alcuni tra i più importanti linguisti (impossibile non nominare almeno l’ipotesi Sapir-Whorf), ma semplicemente  rilevare, se ce ne fosse ancora bisogno, quanto sia affascinante mettere a confronto lingue diverse per scoprire la ricchezza delle culture.

Limitandomi solamente all’osservazione del diverso genere dei sostantivi tra l’italiano e le lingue che conosco (ovviamente escluso l’inglese, i cui sostantivi inanimati non hanno genere), sono molti gli esempi di questo tipo che mi vengono in mente. Eccone alcuni:

  • It: il fiore, fr: la fleur (femminile)
  • It: il bambino / la bambina, sk: deťa (neutro)
  • It: la ragazza, sk: dievča (neutro)
  • It: la tigre, fr: le tigre (maschile)
  • It: il gatto, sk: mačka (femminile)
  • It: la casa, sk: dom (maschile)
  • It: il maiale, sk: prasa (femminile)
  • It: il lavoro, sk: praca / robota (femminile)
  • It: il mare, fr: la mer (femminile), sk: more (neutro)
  • It: il fiume, fr: la fleuve / la rivière (femminile), rieka (femminile)
  • It: la Terra, sk: Zem (maschile)
  • It: il governo, sk: vlada (femminile)
  • It: la neve, sk: sneh (maschile)
  • It: la bicicletta, fr: le vélo (maschile), sk: bycikel (maschile)
  • It: Italia (femminile), sk: Taliansko (neutro)
  • It: Roma (femminile), sk: Rím (maschile)
  • It: Parigi (femminile), fr: Paris (maschile)

E voi conoscete altri esempi interessanti?